Foto

Art Insider a Villa Medici

Sabato 8 aprile è stata una data memorabile per Inside Art, che ha organizzato un grande evento esclusivo e organico dedicato interamente al collezionismo e al mercato dell’arte. Location di assoluto riguardo, Villa Medici. Niente riflettori, questa volta, come si conviene nei network più efficaci e strategici. Guido Talarico, editore e direttore di Inside Art, in collaborazione con lo studio Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners, ha riunito i principali esponenti delle categorie che animato l’art system e li ha messi a confronto. Ne è emerso un dialogo che ha fatto ben sperare, che ha sostanzialmente confermato un momento di vitalità e dinamismo del mercato dell’arte. Un mercato in cui le aziende continuano a svolgere un ruolo di grande importanza, al fianco dei tradizionali mecenati, nel potenziare la domanda. Una domanda che trae origine non solo nell’indiscutibile prestigio che un’opera conferisce a un marchio, ma anche nella potenza comunicativa che l’opera stessa è in grado di sprigionare, intrecciando così le strategie di brand awareness di un’impresa.

Tutti gli indicatori economici dimostrano infatti come il mercato rimanga altamente profittevole, nonostante i postumi della grande crisi non siano ancora del tutto sopiti e nonostante permangano incertezze dovute ad una serie di crisi geopolitiche. E questo al di là delle cuspidi rappresentate dalle vendite in asta dei grandi maestri. Il dato che più conforta gli analisti risiede nel fatto che giorno dopo giorno, con una crescita costante e misurata, sempre più persone e aziende siano orientate verso il collezionismo come consapevole scelta. Ecco perché resta attuale e sempre valida la massima di Oscar Wilde ”When bankers get together for dinner, they discuss Art. When artists get together for dinner, they discuss Money”.
I due panel che si sono susseguiti nella mattinata hanno visto come protagonisti 
Barbara TagliaferriBrand e communication leader di Deloitte, gli artisti Oliviero Rainaldi ed Eva Jospin, Claudio GregoSenior Counsel dello studio legale internazionale Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners, l’imprenditore e collezionista Ovidio JacorossiMyriam Ullens de Schooten Whettnall, imprenditrice, collezionista, filantropa, scrittrice, fondatrice dell’ Ullens Center for Contemporary Art di Pechino, Stefano GrilliPartner del dipartimento Tax dello studio legale internazionale Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners, Dario TosettiFondatore di Tosetti Value, uno dei principali Multi-Family Office che assiste 54 famiglie, 13 aziende e 9 istituzioni e Cristiano de LorenzoDirettore Italia di Christie’s.

Foto di Francesca Salvati  

 

 

 

 

 

Commenti