Ultimora

La storia del quadro di Matisse che venne appeso al MoMA a testa in giù

Il 18 ottobre 1961 il Museum of Modern Art di New York apriva le porte alla personale su Henri Matisse ”The Last Works of Matisse: Large Cut Gouaches” senza sapere che una delle opere esposte, Le Bateau, era appesa a testa in giù. 47 giorni e 116mila visitatori ci vollero prima che qualcuno si accorgesse dell’errore, comprensibile data la natura dell’opera a gouaches. Un semplice lavoro composto di tagli di carta che formano nella parte superiore una barca dalla vela blu in una giornata ventosa e leggermente nuvolosa, nella parte inferiore il riflesso dell’acqua delineato con delicate linee curve viola. Tuttavia, un agente di cambio di nome Genevieve Habert, non poteva credere che Matisse avesse organizzato l’immagine in modo tale da dare più dettagli al riflesso rispetto alla barca stessa. Grande ammiratore di Matisse, l’uomo visitò la mostra più volte e alla terza visita decise di acquistare il catalogo determinato a confermare la sua ipotesi. Come immaginava, nel catalogo l’opera era stata inserita nel verso corretto e così avvicinò una guardia del museo per notificargli l’errore. ”You don’t know what’s up and you don’t know what’s down and neither do we.”- ( Non sai cosa è su e non sai cosa è giù e neanche noi), rispose la guardia. Dopo questo parere, divertente quanto ignorante, l’uomo si recò all’ ufficio informazioni ma era domenica e lo trovò chiuso. Imperterrito, decise così di contattare il New York Times che seguiva la mostra fin dall’inaugurazione. Il giorno successivo, il 5 dicembre 1961, tra l’imbarazzo generale, il direttore fece raddrizzare il quadro e il curatore si sentì in dovere di spiegare i motivi che l’avevano portato involontariamente a commettere l’errore. Secondo l’assistente curatore Alicia Legg infatti, Le Bateau era stata appesa erroneamente già in passato, come indicato da fori profondi nel telaio e le etichette sul lato sbagliato. Tuttavia, successivamente, sono stati scoperti i fori sul lato corretto del telaio indicando che almeno una volta l’opera era stata appesa nella posizione corretta. Purtroppo l’esposizione si era conclusa il 4 dicembre, il che significa che Le Bateau è stata vista correttamente solo durante la disinstallazione della mostra. Le Bateau è ora parte della collezione permanente del Museum of Modern Art e finalmente pende per il verso giusto!

 

Commenti