Ultimora

Countdown per la mostra di Damien Hirst, intanto spunta una statua davanti a Palazzo Grassi

Meno cinque giorni alla mostra di Damien Hirst a Venezia che aprirà al pubblico l’8 aprile (il 9 l’inaugurazione) a Palazzo Grassi e Punta della Dogana. Intanto l’attesa si fa sentire e, per creare suspense, è spuntato davanti a Palazzo Grassi una statua in bronzo firmata dall’artista. L’opera, alta quasi otto metri e intitolata The Fate of a Banished Man, raffigura un serpente che attorciglia un uomo a cavallo e gli sta per mangiare la testa. Una scultura ambigua e un titolo altrettanto poco chiaro, che di sicuro richiamano diversi soggetti iconografici e mitici, dal Laocoonte al San Giorgio che uccide il Drago. È stata sistemata durante la notte, posta su un basamento che richiama la pietra d’Istria del palazzo, e farà da apertura alla rassegna nei due spazi veneziani, che per la prima volta accolgono le opere di un’unico artista. Un percorso di 200 opere inedite, che si snoderà come una sorta di unicum tra le due sedi e, a detta degli esperti, rappresenterà un momento fondamentale nella carriera di un artista. Di sicuro, una volta visitata la mostra, anche il senso di questa scultura sembrerà più chiaro. Info: www.palazzograssi.it

Commenti