Ultimora

La Fondazione Baruchello apre una nuova sede nel centro di Roma con un progetto sperimentale

Era ora, la Fondazione Baruchello apre la sua nuova sede romana. Avete capito bene, la storica fondazione nata nel 1998 e attiva nella sede del Parco di Veio, si espande nel centro della città, per rafforzare i legami con il cuore pulsante della vita culturale capitolina. È Via del Vascello 35, appuntatevi l’indirizzo, che ospiterà dal 9 novembre il progetto-mostra di apertura, Start up Quattro Agenzie per la produzione del possibile, ideato dallo stesso Gianfranco Baruchello e a cura di Maria Alicata e Carla Subrizi. Da sempre incentrata sulle relazioni tra arte, natura, economia, storia, la ricerca di Baruchello prosegue con un lavoro sperimentale che prende il proprio nome dall’ambito economico. Il progetto è strutturato come un ufficio per la promozione e diffusione di proposte che intendono innescare dinamiche economico e di relazione e ridefinire il rapporto tra valore d’uso e valore di scambio. È per questo che per tutta la durata della mostra si svolgeranno workshop, su tematiche come l’utopia, plusvalori e disvalori dell’economia, pastorizia, sopravvivenza e capitalismo, in una prospettiva interdisciplinare. Ad analizzare queste tematiche da punti di vista e modalità diverse, una serie di artisti invitati dallo stesso Baruchello: Maria Thereza Alvez, Massimo Bertolini, Elisabetta Benassi, Jimmie Durham, Bruna Esposito, Emilio Fantin, Claire Fontaine, Felice Levini, HH Lim, Rogelio Lopez-Cuenca, Antoni Muntadas, Leonardo Petrucci, Cesare Pietroiusti, Santo Tolone, Carlo Gabriele Tribbioli e Cesare Viel. Info: www.fondazionebaruchello.com

Commenti