Trends

Arte urbana al Margutta

Uno spazio profondamente modificato quello del Margutta Veggy Food & Art che dal 28 sera fino a fine novembre ospita la mostra Urban Eyes. Attraverso le opere di cinque artisti, Giorgio Bartocci, DAFF, EFY, Luca Font e NEO, il Margutta è infatti riuscito nel suo intento: trasmettere al pubblico le atmosfere dell’arte urbana ricostruendo uno spaccato “street” all’interno di uno spazio espositivo non convenzionale, grazie anche all’ottimo cibo e all’accompagnamento dj e MC Papaceccio e la popping animation della UDA urban dance academy. Voluta dalla titolare Tina Vannini, con la cura di Francesca Barbi Marinetti, la collaborazione con Marco Sermoneta e l’organizzazione di D.d’ARTE e Profilexpo, la rassegna è concepita come un’esperienza a tutto tondo, in cui la potenza delle immagini, molto diverse tra loro, apre un varco nelle pareti per fondersi con lo spazio esterno. “Il Margutta riapre con una ventata di energia e di contemporaneità – spiega Vannini – Anche quest’anno abbiamo deciso di puntare sulle idee e sulla originalità creativa dei giovani talenti, scommettendo su di loro con una mostra che, ne sono sicura, vi conquisterà”. Promessa mantenuta.
Clicca quiper le opere degli artisti. Info: www.ilmargutta.bio 

 

Commenti