Ultimora

Paesaggi dipinti che corrispondo a paesaggi reali grazie al progetto Montefeltro vedute rinascimentali

Siamo stati abituati a vedere le opere d’arte all’interno di spazi chiusi chiamati musei. Tendenze più o meno contemporanee hanno cercato di allargare questo orizzonte non confinando l’esperienza di un lavoro solo in una sala museale. In questo senso possiamo citare la street art e i vari musei diffusi. Originale invece la proposta di Rosetta Borchia e Olivia Nesci, cacciatrici di paesaggi. Con il loro progetto Montefeltro vedute rinascimentali cercano di rintracciare il corrispettivo reale degli sfondi all’interno di capolavori del XV e XVI secolo. Concentrate soprattutto nella zona Marche e entroterra romagnolo mettono a confronto l’attuale paesaggio con le vedute riportate migliaia di anni fa da artisti come Piero della Francesca e Leonardo da Vinci. Una volta scoperto il confronto il luogo viene segnalato per permettere di vedere un’opera d’arte davanti ai propri occhi. Una serie di visite regalano l’occasione di far aderire la realtà con la finzione, mai come in questo caso, così reale. Info: www.montefeltroveduterinascimentali.eu

Commenti