Ultimora

Inizia la stagione delle aste, secondo le previsioni, in testa ancora gli italiani

Con l’inizio di febbraio si avvicinano, come di consueto, le prime aste dell’anno e, con loro, anche le prime previsioni sull’andamento del mercato dell’arte. Il sipario si apre oggi con la classica Evening Sale di Christie’s con una cinquantina di lotti proposti, per un valore stimato tra i 60,5 e 88,9 milioni. In programma ben cinque aste tra Impressionist & Modern Art, Surrealist Art per una stima che si aggira tra i 106,3 e 157 milioni di sterline. Da Sotheby’s, invece, si comincia domani con un’evening sale dedicato all’arte surrealista. Ancora una volta, però, sono gli artisti italiani i più quotati, tra i quali Alberto Burri, artista da record dopo le celebrazioni dello scorso anno per il Centenario della sua nascita. In asta da Sotheby’s, andrà infatti uno dei Sacchi esposti al Guggenheim di New York in occasione della retrospettiva Alberto Burri: The Trauma of Painting con una base che va dai 12 ai 16 milioni di euro. Ci si aspettano grandi risultati anche per Piero Manzoni, Giorgio Griffa, Alberto Biasi e Mimmo Rotella, presente nel catalogo di Phillips con un lavoro che tranquillamente potrebbe puntare al record. Comunque le nuove aste offriranno molto altro, capolavori dall’impressionismo francese, passando per l’espressionismo tedesco fino al surrealismo, con dipinti, sculture e opere su carta.

Commenti