Ultimora

BeArt, aperto il nuovo crowdfunding dedicato solo all’arte

Ha aperto BeArt, il portale di crowdfunding dedicato esclusivamente all’arte. Sul sito, una start up fondata da Jessica Tanghetti, Mauro Mattei e Giorgio Bartoli, è possibile sostenere progetti di artisti (da opere a performance, passando per lavori di net art), finanziare pubblicazioni, attività di musei e premi artistici. Per partecipare è sufficente presentare il progetto che verrà valutato da un comitato specializzato e poi inserito sul sito. Per ogni finanziamento portato a termine BeArt trattiene il 7 per cento dell’importo previsto, mentre se fallisce ridistribuisce le quote ai supporters. Fra i vari progetti in corso troviamo Mondi lontanissimi di Marco Strappato, finalista Talent Prize 2015, e Non è che-Prestar fede di Diego Miguel Mirabella. Il primo, per una sua residenza romana al qwatz, presenta un lavoro ispirato all’album di Battiato, Mondi lontanissimi, che ricostruisce atmosfere futuristiche, un immaginario che richiama astronauti, telescopi e navicelle spaziali. Per questo approfondirà il tema visitando anche l’Osservatorio romano nelle sue tre sedi. Mirabella propone la realizzazione di una scultura in bronzo che riproduce le sue gambe accavallate e incrociate come quando vengono poggiate sul davanzale di una finestra. La suole delle scarpe verrà tirata a lucido per riflettere il paesaggio che le si staglia davanti. Il lavoro rientra nella riflessione dell’artista sul paesaggio portata avanti dal 2014 e racchiusa nella serie aperta Non è che.

Commenti