Ultimora

Museion, gli addetti alle pulizie scambiano un’opera per immondizia

Non è la prima volta che un’opera d’arte contemporanea finisce nella spazzatura perché scambiata per qualcos’altro. L’episodio accaduto un paio di giorni fa al Museion di Bolzano fa riflettere. «Che disordine!», devono aver pensato gli addetti alle pulizie quando la mattina dopo una festa tenutasi la sera prima al museo, si sono trovati davanti bottiglie di champagne vuote, bicchieri, mozziconi di sigarette, coriandoli, insomma i resti di una notte all’insegna del divertimento. Così, diligentemente, hanno fatto presto a buttare tutto via, ammassando in un sacco nero i resti di quella che era invece un’installazione creata ad hoc per il museo. L’opera, intitolata Dove andiamo a ballare questa sera? è firmata dalle artiste Goldschmied Chiari, in arte Goldi&Chiari, creata per la Casa atelier di Museion e inaugurata giovedì sera. L’opera, finita nella raccolta differenziata, verrà riallestita al più presto, ha promesso il museo. Letizia Ragaglia, direttrice di Museion ha così commentato: «Vedremo di aprire i sacchi e di riposizionare tutto dov’era, aiutandoci con le foto. Ricordo che il lavoro s’inserisce nel progetto espositivo nazionale curato da Achille Bonito Oliva che si chiama L’albero della cuccagna. Nutrimenti dell’arte. Per il momento ci scusiamo con i visitatori… al posto dell’opera che avrebbe dovuto rimanere esposta un mese e mezzo… c’è un cartello».

Commenti