Ultimora

L’arte contemporanea contamina la basilica di San Lorenzo

Dal 9 ottobre 2015 al 9 gennaio 2016 nella basilica di San Lorenzo di Firenze si svolge la mostra dal titolo Si fece carne – L’arte contemporanea e il sacro, una collettiva di grandi nomi dell’arte contemporanea. Sarà lo straordinario ex voto per Santa Rita da Cascia, realizzato dall’artista francese Yves Klein nel 1961, tra le più alte e sorprendenti testimonianze di sperimentazione artistica e autentica devozione, ancora oggi conservato nel monastero di clausura di Santa Rita da Cascia, ad aprire il percorso espositivo all’interno della basilica. Un punto di partenza, quello segnato da quest’opera, non scontato e non facile da seguire, poiché non scontato e non facile è lo stesso odierno rapporto tra arte e fede, dal quale il percorso espositivo parte alla ricerca di una coerenza al fine «non già di fare il punto – come scrive il cardinale Betori – quanto invece di testimoniare la pluralità dei cammini in atto». Divisa in tre sezioni la mostra presenterà le opere di alcuni tra i più grandi nomi del panorama internazionale: dalla serie Ex Voto di Nan Goldin alla Via Crucis di Adrian Paci, dalle videoinstallazioni Via dolorosa di Mark Wallinger e Xfiction di Raul Gabriel alle installazioni di Mimmo Paladino, fino alla serie squillante dedicata alle chiese post concilio del francese Fabrice Fouillet e ai neri severi delle cattedrali gotiche di Gianni Ferrero Merlino.

Commenti