Ultimora

Alfredo Pirri con la sua opera firma l’11esima Giornata del contemporaneo

Si svolgerà sabato 10 ottobre 2015 l’undicesima Giornata del contemporaneo, la manifestazione organizzata ogni anno da Amaci, l’Associazione dei musei d’arte contemporanea italiani, per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico. Per l’occasione i 26 musei Amaci e mille realtà in tutta Italia saranno visitabili gratuitamente. I direttori dei 26 musei associati hanno chiamato a realizzare l’immagine guida dell’edizione Alfredo Pirri, proseguendo il progetto avviato nel 2006 di affidarla ogni anno a un diverso artista italiano di fama internazionale. Prima che a Pirri è toccato a Michelangelo Pistoletto (2006), Maurizio Cattelan (2007), Paola Pivi (2008), Luigi Ontani (2009), Stefano Arienti (2010), Giulio Paolini (2011), Francesco Vezzoli (2012), Marzia Migliora (2013) e Adrian Paci (2014).
Passi rappresenta un gesto semplice e allo stesso tempo inquietante: sfidare a piedi nudi una superficie fredda e (forse) tagliente. Pirri costringe così gli spettatori a un atto di fiducia, li invita ad abbandonarsi, a mettersi in relazione con qualcosa di cui percepiscono la pericolosità senza coglierne esattamente la portata. «Diventa così la sintesi di un gesto distruttivo ma allo stesso tempo ricreativo, finalizzato a rompere per sempre l’immagine che abbiamo di noi e degli altri, per riscoprirne o addirittura crearne una differente che si annida e moltiplica in ogni frammento, anche in quello che pensavamo perso per sempre e mai ricomposto» ha spiegato l’artista.

Info: www.amaci.org

Commenti