Ultimora

Damien Hirst ha deciso con quale artista aprirà la sua galleria

Nel sud si Londra a due passi dalla Tate Britain e dall’Imperial War Museum, a ottobre, dovrebbe aprire la galleria di Damien Hirst. Spazio polivalente, progettato dallo studio di architetti Adam Caruso e Peter St. John e costato 25 milioni di sterline (tutti finanziati da Hirst), l’ambiente avrà la funzione di raccogliere la collezione del dibattuto artista contemporaneo che ha accumulato negli anni. Il cuore delle sei aree, tante sono le stanze previste, è proprio la bizzarra collezione di Hirst che alterna opere contemporanee, Andy Warhol, Jeff Koons, Banksy, Francis Bacon, Tracey Emin, Sarah Lucas, Picasso, a pezzi d’antiquariato scelti con un gusto del paradosso e dell’orrido come a ricreare una enorme wunderkammer. La galleria a ingresso gratuito ha anche uno spazio dedicato a mostre temporanee, ad aprire il programma espositivo John Hoyland, considerato da Hirst «Semplicemente il più bravo pittore inglese astratto». Info: www.damienhirst.com

Commenti