Ultimora

Scrittura e fotografia si alternano nel progetto di Silva alla fondazione Volume

Da metà gennaio la Fondazione Volume di Roma presenta il ciclo di conferenze Another point of view, Storie di architettura per immagini e parole. La rassegna si inserisce nell’ambito del programma di architettura curato da Emilia Giorgi e riflette sul tema della narrazione in architettura, attraverso la presentazione di libri, progetti e opere. Il 15 gennaio si parte con l’incontro dell’architetto e fotografa Giovanna Silva, che ha lavorato a lungo come fotografa per riviste di architettura come Domus e Abitare e ha fondato la casa editrice Humboldt Books, specializzata in narrativa di viaggio. Saranno presentati alla fondazione volume una serie di progetti che raccontano diversi paesi attraverso le parole di uno scrittore e lo sguardo di un fotografo, proprio nell’ottica di proporre nuove forme di narrazione. In questa occasione l’artista presenterà anche il suo più recente progetto, ideato insieme ai giornalisti Andrea Marinelli e Serena Danna: la piattaforma digitale Peninsula Hotel che raccoglie le storie di giovani italiani, scomponendole e ricomponendole attraverso video-interviste e fotografie.

Commenti