Ultimora

Al Maxxi presentati i vincitori del premio Centro Periferia

Si è da poco inaugurata al Maxxi di Roma la mostra delle opere vincitrici del contest Centro Periferia Concorso internazionale per giovani artisti Centro Periferia, promosso da Federculture. Si tratta del premio nato con l’obiettivo di favorire l’emergere di giovani talenti dell’arte contemporanea, presenti in Italia e all’estero. I vincitori di questa sesta edizione sono Yael Duval, con l’opera fotografica digitale Senora ensacada (bagged lady) e Ovidiu Leuce, con l’opera su carta Postards, scelti dalla giuria popolare; a questi si aggiungono gli altri due scelti dal comitato scientifico composto, tra gli altri, da Anna Mattirolo (direttrice del Maxxi Arte), Ludovico Pratesi (critico d’arte), Oliviero Toscani (fotografo) e dall’artista Michelangelo Pistoletto: Riccardo Giacconi, con il video L’altra faccia della spirale e Ekaterina Maximova con la fotografia Cloister on the lake Kenozero in Archengelsk Region. L’evento, che si è aperto con l’installazione sonora La valigia dei sogni di Valeria Catania, ha chiamato a raccolta molti addetti ai lavori, tra cui Giovanna Melandri, presidente della fondazione Maxxi, Lidia Ravera, assessore alla Cultura della regione Lazio, Roberto Grossi, presidente di Federculture e il ministro dei Beni culturali e del turismo Dario Franceschini. «Il Maxxi è contento di ospitare questo evento – ha spiegato la Melandri – perché è proprio dal confronto tra il centro e le periferie che spesso scaturiscono le idee migliori. E sono queste idee che rappresentano la base del nostro museo, storicamente attento e sensibile a tutte le tendenze contemporanee». «Questo concorso si sposa bene anche con la nostra idea di valorizzare la creatività dalle periferie – ha aggiunto Franceschini –. Questi sono capolavori della contemporaneità e dobbiamo saperli valorizzare e comprendere perché anche le grandi opere del passato, nella loro epoca, erano contemporanee». La mostra è visibile al Maxxi fino al 22 gennaio.

Info: www.fondazionemaxxi.it

Commenti