Ultimora

Inaugura la mostra di Burri e Piero della Francesca

Inizia oggi a Sansepolcro la mostra che mette a confronto due grandi simboli rispettivamente dell’arte moderna e contemporanea. Piero della Francesca e Alberto Burri. Due artisti di epoche diverse, ma accomunti dal loro essere rivoluzionari, ognuno a modo proprio. Il titolo dell’evento è Rivisitazione: Burri incontra Piero della Francesca e si tratta di uno dei primi appuntamenti che celebrano il centenario della nascita di Burri (Città di Castello 12 marzo 1915). Il prossimo grande appuntamento sarà quello di Morra (Perugia), in programma a marzo prossimo, in cui sarà proposto un altro dialogo, questa volte tra le opere del maestro e Luca Signorelli. A Sansepolcro la mostra ospitata alla Pinacoteca civica evidenzia idealmente il rapporto tra la pittura dei due artisti, con l’esposizione di alcuni masterpieces di Burri, come le opere Sacco e Verde (1956), Rosso plastica (1962), Grande Bianco Cretto (1974), Cellotex (1975), in una sala appositamente allestita vicino alla Resurrezione, il San Ludovico, il San Giuliano e il Polittico della Misericordia di Piero della Francesca. Si tratta di artisti lontani storicamente, ma vicini iconograficamente. E forse questa vicinanza è rintracciabile grazie anche alla loro provenienza comune: l’alta valle del Tevere. Risulta infatti che l’interesse di Burri nei confronti dei suoi conterranei, conosciuti sin dalla giovane età per la prossimità delle loro opere con la sua città natale non è risultata ininfluente sul suo percorso artistico.
Info: http://www.burricentenario.com/

 

Commenti