Ultimora

Franco Battiato (ri)diventa pittore a Instanbul

Martedi’ 9 settembre, alle 18, nella sala espositiva della Beyoglu Belediyesi Sanat Galerisi a Instanbul, verrà inaugurata la mostra personale di pittura di Franco Battiato dal titolo Quisque Faber Fortunae suae. L’artista così definisce il suo percorso: “I nuclei concettuali della mia riflessione sull’arte: il tempo, la memoria, la storia, la bellezza, la ricerca di una figurazione che esplori l’invisibile e lo lasci affiorare sulla superficie della tela con immagini suggerite da una necessità tutta interiore. Mi piace rileggere l’arte bizantina e medievale, senza volontà di ri-attualizzarla e senza alcuna ortodossia formale, ma traendo liberamente riferimenti e motivi, come la ieraticità delle figure (in realtà solo apparente) e l’uso del fondale condotto con l’oro”. Un percorso espositivo che si snoda svelando un ventennio di ricerca dell’autore sui temi della meditazione, della ricerca spirituale, della sete di conoscenza del sè. Il corpus di opere in mostra guiderà lo spettatore alla conoscenza della personalità eclettica e complessa di Battiato, il cui universo creativo vede l’intreccio di elementi musicali, poetici e visivi in cui emerge da sempre l’interesse per il mondo orientale. La mostra rimarrà aperta fino al 20 settembre e saraà visitabile (ingresso libero) tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 tranne la domenica.

Commenti