Ultimora

Il Lazio si aggiudica il primato della cultura e a Roma mancano i servizi

È il Lazio la fonte di maggiore ricchezza culturale e di conseguenza economica del nostro paese. Con il 6,8%, dati alla mano (rapporto 2013 Io sono cultura. L’Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi), la regione si aggiudica un’ incidenza superiore alla media nazionale ferma al 5,4% e supera le altre regioni come Marche (6,4%) Lombardia e Veneto (6,3%) e Piemonte (5,8%). Ma i dati rassicuranti non sbrogliano le situazioni dell’ultim’ ora, come la bocciatura del bando del ministero dei Beni culturali sui servizi al pubblico per il Vittoriano. La cultura c’è, ma mancano i servizi. Il Tar ha, infatti, annullato il bando di gara per l’affidamento in concessione dei servizi al pubblico nel complesso monumentale, gestito per dieci anni dalla società Comunicare organizzando. La questione è stata sottoposta ai giudici da quattro aziende (Gelmar, Cigno Galileo Galilei edizioni di arte e scienza, D’Uva Workshop Prismi editrice politecnica Napoli), che rintengono di avere i requisiti necessari per aggiudicarsi l’incarico conteso. Non ci resta che aspettare per conoscere chi ci darà il benvenuto quando entreremo nell’Altare della patria.

Commenti