La Fender stratocaster di Bob Dylan

New York

Poche cose hanno cambiato la storia della musica come quel concerto al Newport folk festiva del 1965, quando Bob Dylan attaccò il jack della sua chitarra elettrica. Il folk non è stato più lo stesso. Il concerto è passato come uno dei flop più grandi mai visti e il cantautore dopo tre canzoni ha dovuto cambiare la sua chitarra elettrica con una più classica e decisamente più folk come quella acustica. Ma ormai il passo era stato fatto e non si torna indietro. Anche lui, Bob Dylan, il re del folk, cresciuto a pane e fieno dentro vagoni merce si era dato alla musica elettronica. Il peccato in questione è una Fender stratocaster sunburst che è stata dimenticata dal cantautore, finito il concerto, sul suo areo privato. Il pilota ha preso la chitarra ha chiamato un po’ qui un po’ là ma nessuno la rivoleva indietro e ora è nelle mani della figlia. Dawn Peterson ha dentro casa la storia del rock quando stava cambiando faccia. Prima di oggi non si era veramente certi che quella Fender fosse la Fender, ma dopo un’attenta analisi di Andy Babiuk, massimo esperto di strumenti musicali, non ci sono più dubbi: è veramente lei. A testimoniarlo sono le venature del legno, identiche a quelle che aveva la chitarra nel famoso concerto, e gli spartiti autografi del cantautore nella custodia dello strumento. La questione è seria, perché all’asta il pezzo varrebbe non meno di mezzo milione di dollari.

 

Articoli correlati